Vorrei una spiegazione signor Lepore:

Davvero pensa che garantire la movida per tutta la notte consegnandole lo spazio fieristico di Bologna sia una buona idea?

Davvero pensa che di questo una economia cittadina ha bisogno: garantire un posto dove poter passare tutta la notte a mangiare bere, fare musica e chiaccherare ?

Che il problema della movida sia solo il disturbo dei vicini?

Un tempo non lontano questa attività era chiamata la “dolce vita” ed era svolta solo da quelli che se lo potevano permettere perché di giorno non dovevano lavorare e potevano recuperare le ore di sonno perse. Dalla sua proposta di desume che questo stile sia da incentivare dando la possibilità di stare svegli tutta la notte senza dover incorrere a noiose lamentele del vicinato, in tutta sicurezza, in uno spazio ad hoc e con tanto di autorità locale ( il sindaco della notte).

Davvero saranno contente le famiglie che vedranno i loro giovani “zaccati” su divani e in camera da letto dalle 6 alle 18 per poi poter avere l’aperitivo e la movida fino a mattino.

Non è il caso di impiegare le risorse per dare lavoro , luoghi di studio comune e di ritrovo diurno per i nostri ragazzi, aiutarli a progettare una famiglia e un lavoro e non l’aperitivo e la movida? O forse lei si riferisce ai tanti single già lavoratori che dopo una notte a star bene in compagnia di certo danno un fondamentale contributo di creatività e lavoro alle imprese … E continuano ad essere abili e affidabili professionisti.

Lei avrà letto il famoso libro di Collodi: Pinocchio o comunque di certo conoscerà la storia. Saprà dunque che ciò che lei propone è già stato pensato e valutato ed il risultato è stato descritto nella trasformazione in ciuco degli sventurati protagonisti.

Forse non sa però che questa favola è anche la triste realtà per tanti ragazzi che abbandonano la scuola e si perdono.

Bologna non ha bisogno di un paese dei balocchi notturno, ma di ritrovare i valori dello stare insieme di giorno, nello studio, nel lavoro e negli svaghi equilibrati; cose che hanno bisogno di spazi e di tempo e in cui investire le risorse.

Bologna potrebbe essere un posto bellissimo dove vivere e lavorare, ma deve affrontare i problemi concreti , feriali. Se non si risolvono questi la festa può farla durare anche tutta la notte, ma sarà sempre un’ illusione di bene che al massimo ti carica di stanchezza e di mal di testa.

Grazia Ruini candidata nella lista del Popolo della Famiglia per il rinnovo del Consiglio Comunale di Bologna a sostegno del candidato sindaco Fabio Battistini- Amministrative 2021

 606 totale visite,  2 visite di oggi